La dirigente scolastica Cirasino in Olanda per un progetto di innovazione didattica

di Redazione Go Fasano giovedì, 4 ottobre 2018 ore 05:20

Come obiettivo la modernizzazione della leadership scolastica

FASANO - «I come from Italy – Puglia - where I work as a Headmaster of a Secondary School in Fasano. My school includes three types of addresses like technical and professional». In tal modo si è presentata la Dirigente Scolastica dell’I.I.S.S. “G. Salvemini” di Fasano, Rosanna Cirasino, nelle scuole olandesi laddove, insieme ad altri 13 dirigenti della Regione Puglia e Regione Basilicata , dal 24 al 26 settembre 2018, si è impegnata in attività di studio e di job shadowing nella scuola Primary School ODS De Gondolier di Amersfoort e in scuole Secondary School di Amsterdam quali Denise School , Het 4e Gymnasium, De Europashool e The Amsterdam International Community School (Aics) .

L’Erasmus Ka1 D.E.Co.De._S ( direction e_leadership common denominator_ Strategy ) è un progetto Interregionale coordinato dalla Direzione Generale dell’ USR per la Puglia. «Il respiro internazionale di tale opportunità formativa- afferma la Dirigente Scolastica dell’I.I.S.S. “Salvemini” di Fasano, Rosanna Cirasino - ha coinvolto il nostro istituto scolastico, grazie alla selezione effettuata dal Direttore Generale dott.ssa Anna Cammalleri , al Dirigente dell’ Ufficio II Dott.Vincenzo Melilli ed alla referente Erasmus D.E.Co.De.S prof.ssa Maria Veronico. Il progetto si inserisce nel più ampio percorso riferibile a quanto previsto dalla Legge107/2015 e dal PNSD ai fini dell’ innovazione didattica ed organizzativa , nonché all’ allineamento del piano dell’ offerta formativa alle pratiche internazionali . La mobilità in Olanda mi ha permesso di approfondire il framework del progetto DELECA avente come obiettivo la cultura della valutazione per la modernizzazione della leadership scolastica, ma altresì quello di condivisione tra i colleghi». Gli altri dirigenti scolastici pugliesi, partecipanti alla mobilità nelle attività di job shadowing in Olanda, sono stati Patrizia Arzeni, Anna Maria Bianco, Giuliana Colucci, Francesco Di Palma, Antonio Francesco Diviccaro, Domenico Gravante, Ruggiero Isernia, Marialuisa Sabino, Roberto Santarsiere, Irene Patrizia Sasso, Gerardo Valdano.
 
«Dal confronto internazionale – prosegue la Dirigente Scolastica Cirasino – ogni dirigente scolastico ha potuto riflettere sulle proprie modalità gestionali ed organizzative ai fini di eventuali azioni di miglioramento del setting di direzione, di sviluppo dell’ organizzazione, delle relazioni e valorizzazione del personale nei vari Istituti scolastici italiani selezionati. Oltre a valorizzare il progetto europeo – continua la Dirigente Scolastica Cirasino – a vantaggio della scuola di appartenenza e comunità , per “azioni di miglioramento” dell’ istruzione o formazione a livello locale , si è potuto disseminare l’ esperienza in contesti più ampi. Da diversi anni - dice ancora la Dirigente Scolastica Cirasino – oltre a reportistica delle attività esperenziali effettuate all’ estero, la nostra scuola ha uno sguardo europeistico , considerato che, allo stato attuale, l’ IISS G.Salvemini, con una componente di alunni e docenti, è impegnata in Polonia in un altro progetto europeo - Erasmus Ka2- che coinvolge Italia, Francia, Polonia, Lituania, Turchia».
 
In ultima analisi la dirigente scolastica Cirasino si è proposta di rendere protagonisti soprattutto quegli alunni e docenti che nella pratica del corso sperimentale di 4 anni –Itet – Grafica e Comunicazione- hanno già assunto un respiro più innovativo in modo che, dal confronto con i paesi europei , si possano rivedere i materiali didattici, apportare modifiche alle prassi organizzative, sperimentare attività diverse nelle materie di studio , motivare allo studio delle lingue straniere e soprattutto sensibilizzare la partecipazione a Erasmus+ avviando partenariati strategici ed altre iniziative di mobilità . Con fierezza la dirigente scolastica Cirasino afferma che «bisogna sempre continuare a studiare nella logica dell’ “imparare ad imparare” e del “cooperative learning” per cui lo studio, la ricerca , il decentramento di un dirigente scolastico in spazi europei ed internazionali assumono il significato di quel valore aggiunto di “saper dirigere” ai fini del successo formativo degli studenti».
 
Infine la dirigente scolastico Cirasino ringrazia l’ Ufficio Scolastico Regionale di Puglia con una chiara espressione, quale “Grazie Europa”.

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Galasso Cosimo

    Voi pensate sepre a sistemare le strade piu pericolose sono daccordissimo ogni tanto pero fateni un giro fasano ostuni statale 16 ai birdi dellle...

    Mostra articolo