“Il Polo degli Ulivi”, il torneo a sei squadre a Fasano è una scommessa vinta

di Ilaria Potenza lunedì, 4 giugno 2018 ore 05:55

La seconda edizione dell’evento promosso da “Horse Club Piana degli Ulivi” ha portato il polo al sud,  valorizzando il territorio in modo sostenibile. LE FOTO

FASANO - La finale del torneo di polo, giocata ieri 3 giugno in contrada Coccaro, ha chiuso questa edizione de Il Polo degli Ulivi, l’evento con cui si inaugura l’estate fasanese e che permette di fare alcune valutazioni. Si può infatti ritenere un’iniziativa riuscita quando ai dati sulla partecipazione, si accompagna un progetto valido e quindi destinato a crescere.

“Il Polo degli Ulivi”, promosso dall’associazione Horse Club Piana degli Ulivi presieduta da Nino Piccolo con il patrocinio di Regione Puglia, Comuni di Fasano, Cisternino, Locorotondo e Ostuni, Milano Polo Club, Parco delle Dune Costiere, Associazione italiana sommelier Puglia, Federazione Italiana Assoenologi, Federazione sport equestri, AIRC, Consorzio Enjoy Apulia, è alla sua seconda edizione ma non lo si può considerare acerbo perché, nonostante la necessità di fare sempre meglio, è forte di una visione da cui trarre nuove prospettive di turismo. La sua destagionalizzazione è infatti la priorità degli imprenditori locali, attenti anche alla dimensione internazionale così come ha sottolineato il vicepresidente dell’associazione Enzo Cardone, e questo evento è riuscito a prendersi il suo spazio e a diventare un modello di lungimiranza per la promozione del territorio.

Organizzarlo è servito a sdoganare il gioco del polo nel sud Italia: con questo progetto Fasano ha fatto da apripista con il primo torneo tra gli ulivi, vincendo le titubanze di chi ancora considera il polo uno sport lontano dalla tradizione del meridione. Invece la magia della finale che si è tenuta ieri ha sciolto ogni riserva. Le partite (la prima giocata dalle squadre Borgo San Marco e Masseria San Domenico; la seconda da quelle di Masseria Torre Coccaro e Masseria Falascuso; la terza tra Masseria Pettolecchia e Masseria Alchimia) hanno fatto apprezzare una disciplina che sarà anche possibile praticare a Fasano nella Scuola di Polo, altra novità messa a punto dall’associazione. Ad aggiudicarsi la vittoria è stato il team di Masseria Alchimia composto da Marco Visconti, Joaquin Bossignon e Bautista Rivera: a premiarlo Mirella Incalzi, madrina della serata e sorella di Franco Incalzi scomparso a seguito di una caduta da cavallo. Le squadre, formate da giocatori italiani e argentini, portavano il nome di masserie del territorio sponsor di questa edizione che, se si dovesse descrivere solo con alcuni spot, ha valorizzato la città diffondendo uno sport equestre grazie alla rete di imprenditori e sostenitori che hanno ritenuto “Il Polo degli Ulivi” l’occasione ideale per fare turismo sostenibile.

È stato infatti un weekend che ha messo in vetrina le aziende che sono ormai garanzia di eccellenza enogastronomica locale, basti pensare agli stand allestiti per la degustazione di prodotti tipici e al brunch di ieri in pieno rispetto della tradizione pugliese. La giornata conclusiva è stata dedicata anche alla premiazione de "Il cappello più elegante" e "L'uomo più elegante", quest’ultimo assegnato a un partecipante svizzero innamorato della nostra città. “Il Polo degli Ulivi” centra l’obiettivo e inizia a pensare alla prossima edizione, perché dopo una scommessa vinta si deve già guardare lontano. 

Fotoservizio di Mario Rosato.

Tempo di lettura stimato: 1'

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Renna Andrea

    vorrei che ogni tanto l'mministrazzione comunale,andasse a fare un giro d'ispezione nelle strade di via Adami,via st Antonio e dintorni

    Mostra articolo