Serie D, La Città di Fasano riconferma il tecnico Laterza e preme per i lavori al "Curlo"

di Redazione Sport lunedì, 21 maggio 2018 ore 06:00

Sono necessari interventi di messa in sicurezza del rettangolo di gioco: dalle reti di recinzione alle porte di accesso

FASANO – Tutto secondo le attese della vigilia, la Città di Fasano riconferma il tecnico Giuseppe Laterza alla guida della squadra che ha centrato il salto di categoria in serie D. Confermate, quindi, le indiscrezioni che davano per certa la riconferma del tecnico che ha lavorato, e bene, alla guida della squadra per quattro stagioni di fila.

“Il sodalizio di via Salvo d’Acquisto – si legge in un comunicato della società – archiviati fin da subito i festeggiamenti per la promozione in serie D, ha cominciato a lavorare per definire i programmi per la prossima stagione, a cominciare dalla riconferma dell’allenatore fasanese Giuseppe Laterza, 38enne”.

Senza dubbio uno dei più duraturi allenatori della storia del calcio fasanese che si può vantare di aver condotto la squadra alla conquista di due campionati, di una Coppa Italia, giungendo in finale della competizione parallela al campionato per ben tre anni di fila.

“Il lavoro del presidente Franco D’Amico – continua il comunicato – e dell’associazione “Il Fasano siamo noi” non conosce sosta per la definizione dell’organigramma societario, staff tecnico e di calciatori. Si preannuncia una stagione molto intensa e di difficoltà indubbiamente superiore rispetto alle ultime. E la società sta combattendo contro il tempo per accelerare i tempi per la messa in sicurezza dello stadio “Vito Curlo” di Fasano”.

Chiaro il riferimento al sopralluogo da parte di una delegazione della Figc per verificare lo stato della struttura fasanese. Una struttura che non registra interventi strutturali da decenni. A quanto è dato sapere occorre necessariamente la sostituzione della rete di recinzione, delle porte d'ingresso al campo, della realizzazione dei giusti spazi a ridosso delle linee laterali con il muro di confine del campo. Non è tutto perchè in prospettiva ci sarebbero da effetuare interventi sulla gradinata ospite, sulle porte di uscita dal campo e non ultimo sui pali d'illuminazione per un eventuale omoloagazione anche per la categoria superiore. Un fattore oggettivo che il presidente vuole concretizzare a breve.

“Opere facilmente superabili – conclude il comunicato – ma per le quali occorre un determinato impegno economico da parte dell’Amministrazione comunale: si sta valutando anche l’ipotesi di puntare sull’impegno diretto della società di D’Amico, dietro una gestione prolungata della struttura”.

Sembra più probabile la soluzione interna alla società per lavori, almeno la prima tranche, che si potrebbero aggirare su una cifrà di poco superiore alle 100mila euro.

Tempo stimato di lettura: 1'

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • del vecchio gianni

    ordinanza tardiva ( l'estate inizia il 21/6) e non esaustiva. Mi dica, infatti, Sig. Sindaco come si deve comportare un direttore di un locale che...

    Mostra articolo