Serie D, Super Guarnieri salva un Fasano poco incisivo (0-0)

di Redazione Sport domenica, 7 ottobre 2018 ore 17:00

Ci pensa l'estremo difensore di casa a neutralizzare un calcio di rigore, superandosi nel finale di fronte all'arrembaggio dei lucani FOTOCRONACA

Us Città di Fasano-Fc Francavilla: 0-0
Us Città di Fasano: Guarnieri, Pugliese, Diop, Ganci (5’ s.t. Formuso), Zizzi, Colombatti, Tuttisanti (7’ s.t. Paolillo), Lanzillotta, Nadarevic (5’ s.t. Serri), Corvino (23’ s.t. Gomes Forbes), Montaldi. All. Laterza. A disposizione Faggiano, Rullo, Mambella, Trinchera, Cobo Galvez.
Fc Francavilla: Boglic, Radone, Cardamone (48’ s.t. Degol), Raiola (29’ s.t De Lorenzo), Giordano, Di Giorgio, Grandis Tomas, Collocolo, Di Senso (20’ s.t. Acosta), D’Auria, Grandis Mattias (38’ s.t. De Marco). All. Lazic. A disposizione Gioia, Ibrahimovic, Ferraiuolo, Del Prete, Facundo.
Arbitro: Frosi di Treviglio.
Note: Spettatori 1000 circa. Ammoniti: Zizzi (C) e Di Giorgio (F). Rec: p.t. 1’; s.t. 4’.

FASANO – Ancora un pareggio casalingo per una Città di Fasano che ha faticato e non poco a tenere testa ad un Francavilla che ha avuto la possibilità di battere anche un calcio di rigore, neutralizzato da un superlativo portiere di casa. L’eroe della giornata è proprio Guarnieri che si supera non solo sul tiro dal dischetto, ma anche in un finale in crescendo degli ospiti.

Per i biancazzurri una brutta prestazione al termine di una gara che ha evidenziato le difficoltà di una squadra che non è quasi mai riuscita a superare una linea difensiva ospite ben piazzata. Nella ripresa il tecnico di casa si gioca il tutto per tutto, ma non sortisce l’esito sperato, anzi porta il Fasano a prestare spesso il fianco alle ripartenze dei lucani che hanno trovato nel portiere locale un ostacolo insuperabile.

Al pronti via il tecnico di casa apporta delle lievi novità rispetto agli undici visti all’opera domenica scorsa. Confermato il modulo tattico 4-3-3, ma in difesa Carlo Zizzi prende il posto di Erminio Rullo. In campo spazio, quindi, a Guarnieri in porta. In difesa Tidiane Diop e Massimo Pugliese, sugli esterni, mentre a centro Zizzi e Gabriel Colombatti. Nel cerchio di centrocampo Michele Lanzillotta, Facundo Ganci e Alessio Tuttisanti. In avanti Vincenzo Corvino, Anibal Montaldi ed Enis Nadarevic.

Il tecnico ospite Ranko Lazic risponde con un modulo 4-2-3-1, dovendo fare i conti con le squalifiche di Morales e Russo, ma opta per il quinto under. In campo in porta Boglic, in difesa Cardamone e Ragone, sugli esterni, mentre a centro Giordano e Di Giorgio. A centrocampo spazio per Collocolo e Grandis Tomas, a ridosso dell’unica punta Di Senso, vanno D’Auria, Raiola e Grandis Mattias.

In cronaca il primo acuto è dei locali al 4’ con Corvino che converge a centro è fa partire un tiro da fuori area che sorvola di poco la traversa, complice la deviazione di un difensore. Il primo tiro in porta degli ospiti si registra al 14’ con Di Senso che prova la girata in rete dal limite, ma senza inquadrare lo specchio della porta. Ci prova Nadarevic al 23’ con un tiro in diagonale da fuori area che impegna Boglic nella respinta. Punizione di D’Auria al 25’ con Zizzi che libera in calcio d’angolo una palla pericolosa. Ancora ospiti un minuto più tardi con Di Senso che chiama alla parata Guarnieri.

Girandola di sostituzioni in avvio di ripresa con mister Laterza che passa al 4-2-4 con l’ingresso di Formuso e Paolillo. Al 9’ Ragone si destreggia dal limite dell’area con palla che finisce di poco fuori dallo specchio di porta. Al 24’ arriva un calcio di rigore per gli ospiti per un dubbio fallo di Zizzi su Grandis Tomas, al limite dell’area. Alla battuta va D’Auria, ma Gaurnieri si conferma un para rigori e la partita resta in parità. Ancora ospiti vicino al vantaggio al 28’ con D’Auria che ha l’occasione di battere a rete da buona posizione, ma spedisce alto. Si supera nuovamente Guarnieri al 39’ su gran tiro di De Lorenzo deviando in corner. La risposta dei locali giunge al 42’ con Serri che spedisce sul fondo da buona posizione. Al 48’ sale in cattedra ancora il portiere di casa che si oppone alla grande sul colpo di testa di Acosta da buona posizione.

(Fotoservizio Mario Rosato)

Tempo stimato di lettura: 1' 20"

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • saracino francesco

    Grazie da parte mia anche alla ex amministrazione fasanese dell'allora Sindaco che, per quanto mi risulta, da dato i genitali al progetto. Di...

    Mostra articolo