Serie D, Il Fasano ritorna alla vittoria con grinta e determinazione

di Redazione Sport domenica, 21 ottobre 2018 ore 17:05

Contro il Sorrento i biancazzurri centrano la posta piena dopo aver rischiato di impattare una gara a tratti dominata FOTOCRONACA

Us Città di Fasano-Sorrento 1945: 2-1 (0-0)
Reti: 28’ s.t. Nadarevic (C), 40’ s.t. Todisco (S), 46’ s.t. Gomez Forbes (C).
Us Città di Fasano: Guarnieri, Pugliese, Diop, Ganci (33’ s.t. Paolillo), Rullo, Colombatti, Tuttisanti (38’ s.t. Gomes Forbes), Cobo Galvez, Formuso (11’ s.t. Nadarevic), Corvino, Montaldi. All. Laterza. A disposizione Suma, Anglani, Mambella, Trinchera, Marzio, Serri.
Sorrento 1945: Leone. Fusco, Rizzo, Todisco, Russo I., Guarro, Bozzaotre (9’ s.t. Russo V.), De Rosa, Cifani (25’ s.t. Gargiulo), De Angelis (18’ s.t. Qehajaj), Paradiso (30’ s.t. Masi). All. Guarraccino. A disposizione Muna, Di Gregorio, Ferro, Sannino, Cinque.
Arbitro: Andreano di Prato.
Note: Spettatori 1000 circa, di cui una ventina provenienti da Sorrento. Ammoniti Formuso (C), Bozzaotre (S), Nadarevic (C), Rullo (S), Rec. p.t. 3’; s.t. 7’.

FASANO – Una vittoria del cuore concretizzata negli ultimi minuti di una gara che ha visto una Città di Fasano dominare in avanti, trovandosi in vantaggio con una perla di Enis Nadarevic nella ripresa, ma in piena zona Cesarini è giunto il clamoroso errore difensivo che ha portato al pari rimettendo in gioco un Sorrento già spacciato. Sullo scadere la grinta e la determinazione dei biancazzurri hanno rimesso in corsa il Fasano per la vittoria con la rete di Gomes Forbes che ha riportando in avanti il Fasano, questa volta definitivamente, interrompendo un digiuno che durava da quattro turni.

Il tecnico di casa deve fare a meno del centrocampista Michele Lanzillotta, alle prese con gli acciacchi stagionali, un’assenza che si unisce all’infortunato Giorgio Bernardini. Va in panca il capitano Antonio Anglani reduce dall’infortunio, ma non ha ancora fatto registrare il debutto stagionale. In campo l'allenatore sceglie un modulo tattico diverso, optando per il 4-4-2 con in avanti Loris Formuso in coppia con Anibal Montaldi. Novità sugli esterni con la presenza del giovane Alessio Tuttisanti, mentre in cabina di regia Facundo Ganci affianca Juan Manuel Cobo.

Sull’altro fronte tutto secondo le attese della vigilia per il mister ospite Antonio Guarracino che presenta in formazione poche novità optando in avanti per Cifani in coppia con De Angelis per il resto il modulo tattico è il 3-5-2 che porta in fase di non possesso a rimpinguare la difesa con lo scalare degli esterni.

In cronaca al 1’ Todisco impegna il portiere di casa che è costretto a ricorrere alla respinta con i pugni. La risposta dei biancazzurri arriva al 6’ con un tiro dalla distanza di Ganci che costringe alla respinta corta Leone con Formuso che su ribattuta manca di poco lo specchio della porta. Azione personale di Montaldi al 12’ con un tiro da fuori con palla a girare che colpisce il palo, complice la decisiva deviazione del portiere campano. Ancora locali al 16’ con Corvino che entra in area e fa partire un tiro che chiama alla respinta l’estremo difensore ospite. Si supera ancora Leone al 24’ per spedire in corner un tiro al volo di Corvino dal limite. Grossa occasione per Formuso al 27’ che, servito bene da Tuttisanti, chiama nuovamente in ballo il portiere che si rifugia in angolo. A reti inviolate si va negli spogliatoi.

Nella ripresa al 7’ punizione dal limite di Corvino con palla direttamente sulla barriera. Palla filtrante di Tuttisanti al 10’ per Cobo che non riesce a dare la giusta angolazione al tiro per battere a rete. La risposta ospite giunge su punizione al 17’ con De Angelis che chiama Guarnieri alla deviazione in corner. Al 22’ è Montaldi che ha la ghiotta occasione per insaccare, ma Leone in uscita respinge con i piedi. Il vantaggio dei padroni di casa arriva al 28’ con Diop che serve per il neoentrato Nadarevic bravo a trovare la giusta coordinazione per battere a rete con una parabola imprendibile. Il Sorrento sembra alle corde, ma trova il pari al 40’, approfittando di un errato disimpegno sulla fascia che porta ad uno svarione difensivo, con Todisco che realizza, dopo un batti e ribatti, a porta vuota. Il Fasano non ci sta e con Corvino al 44’ impegna severamente il portiere ospite. Passano solo due minuti ed arriva il nuovo vantaggio locale, quello definitivo: Corvino cross a centro, rimpallo di Montaldi e Gomes Forbes bene appostato sul secondo palo insacca per la vittoria.

(fotoservizio Mario Rosato)

Tempo stimato di lettura: 1' 20"

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    Sarebbe bene anche interrogarsi sulle ragioni e sui motivi che fanno crescere il nazionalpopulismo e domandarsi quanto sbagliate siano state le...

    Mostra articolo