Serie D, La Città di Fasano espugna Bitonto e vola in classifica

di Tommaso Vetrugno domenica, 28 ottobre 2018 ore 16:30

Una gara di sofferenza per i biancazzurri che passano subito in vantaggio ma nel finale rischiano di invalidare una prestazione positiva FOTOCRONACA

Usd Bitonto-Us Città di Fasano: 1-2 (0-1)
Reti: 4’ p.t. Colombatti (C), 38’ s.t. Patierno (B), 43’ s.t. Nadarevic (C),
Usd Bitonto: Figliola, Terrevoli, Montanaro, Biasion, Montrone, Di Bari, Dellino, Fiorentino (33’ s.t. Lavopa), Patierno, Padulano (7’ s.t. Picci), Turitto. All. Pizzulli. A disposizione Vitucci, D’Angelo, Paradiso, Zaccaria, Faccini, Schena, Camporeale.
Us Città di Fasano: Guarnieri, Pugliese, Diop, Cobo Galvez, Rullo, Colombatti, Tuttisanti, Ganci, Formuso (18’ s.t. Montaldi), Corvino (41’ s.t. Gomes Forbes), Nadarevic (48’ s.t. Serri). All. Laterza. A disposizione Suma, Trinchera, Anglani, Lanzillotta, Paolillo, Marzio.
Arbitro: Iacobellis di Pisa.
Note: Spettatori 800 circa, non sono presenti i tifosi ospiti per il divieto di trasferta imposto dalla Prefettura di Bari. Espulsi al 15’ Dellino per proteste; al 29’ s.t. Montaldi (C) per proteste,Ammoniti Ganci (C), Tuttisanti (C), Figliola (B), Montaldi (B), Rec. p.t. 0; s.t. 5’.

BITONTO – La Città di Fasano espugna il “Degli Ulivi” al termine di una gara vibrante che ha visto i biancazzurri subito in vantaggio con Colombatti, ma i colpi di scena sono arrivati in piena Zona Cesarini con il pari di Patierno, d’autentico rapinatore d’area, mentre il nuovo e decisivo sorpasso è arrivato in perfetta azione di contropiede con Nadarevic ad insaccare.

Una vittoria che rilancia le quotazioni in classifica di un Fasano che riesce a stoppare la striscia positiva del Bitonto e si prepara nel migliore dei modi all’altro derby, quello interno con il Taranto.

Al pronti via il tecnico Laterza mischia le carte, optando per un modulo tattico 4-4-2. Recuperato in extremis l’esterno Vincenzo Corvino, le novità rispetto a domenica scorsa non sono poche. Sulla linea avanzata spazio ad Enis Nadarevic in coppia con Loris Formuso, come terminali offensivi, mentre ritorna a centrocampo Alessio Tuttisanti che con Corvino presidiano le fasce, con Facundo Ganci e Juan Manuel Cobo nel cerchio. Tutto confermato sulla linea arretrata.

I padroni di casa di mister Massimo Pizzulli rispondono con un modulo 4-3-3 optando in avanti per Fabio Padulano, Cosimo Patierno ed Onofrio Turitto, mentre resta ancora in panca Giulio Picci, autore della rete decisiva di Gragnano (0-1).

Al pronti via subito incisivo il Fasano che al primo affondo trova la rete: corre il 4’ corner dalla sinistra di Corvino per Colombatti che in semirovesciata manda la palla in porta, complice anche il portiere di casa non proprio irresistibile sulla conclusione. La risposta dei locali arriva all’8’ con Turitto che incrocia in piena area, ma trova attento Guarnieri. Invoca il calcio di rigore il Bitonto al 19’ per un presunto fallo di mano di Ganci su tiro dalla corta distanza di Padulano. Al 26’ ancora Padulano prova la conclusione ed impegna Guarnieri. Al 36’ Patierno va a rete, ma l’azione viene vanificata dalla bandierina alzata del guardalinee. Con il minimo scarto si va negli spogliatoi.

Nella ripresa subito pericoloso il Bitonto con una punizione dal limite battuta dal neoentratod Picci all’8’ che si impenna sulla traversa con una deviazione della barriera. Al 13’ Figliola stende in area Formuso ed arriva il calcio di rigore tra le proteste dei sostenitori di casa. Alla battuta va Corvino, ma l’estremo difensore si supera distendendosi alla sua sinistra e respingendo, tra il boato dei tifosi bitontini. A seguire arriva l’espulsione dei Dellino per proteste che lascia in dieci il Bitonto. Si scaldano gli animi in campo ed il gioco diventa maschio. Al 26’ nuovamente Picci su punizione dal limite, ma la palla si infrange sulla barriera. Al 29’ fallo di gioco per il neoentrato Montaldi, è il secondo giallo in poco meno di 12 minuti, e finisce sotto la doccia anzitempo, riequilibrando il numero dei giocatori in campo da ambo le squadre. Al 35’ Patierno prova la conclusione da fuori, ma non ha problemi Guarnieri a parare. Il pareggio giunge al 38’ con Patierno che ribadisce in rete dalla corta distanza un corner dalla destra di Lavopa. Il Fasano non molla. Al 42’ punizione dal limite di Di Bari, ribatte la barriera e parte un contropiede con ben tre biancazzurri con Nadarevic che insacca a porta vuota sull’uscita del potiere, dopo l'ottimo lavori di Tuttisanti. Ancora una punizione per i locali al 45’ con Picci che da posizione defilata centra la traversa piena. Il Fasano regge e nonostante il lungo recupero concretizza l'intera posta in palio al termine di un secondo tempo giocato con il coltello tra i denti.

(fotoservizio Riccardo Di Biase)

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    Sarebbe bene anche interrogarsi sulle ragioni e sui motivi che fanno crescere il nazionalpopulismo e domandarsi quanto sbagliate siano state le...

    Mostra articolo