Serie D, Un Fasano grintoso supera in casa il Cerignola

di Tommaso Vetrugno mercoledì, 14 novembre 2018 ore 16:25

Pur in difficoltà di formazione i biancazzurri hanno sfoderato una gara superlativa imponendosi contro una cadidata alla promozione FOTOCRONACA

Us Città di Fasano-Audace Cerignola: 2-1 (1-0)
Reti: 4’ p.t. Nadarevic (C), 8’ s.t. Longo (A), 30’ s.t. Montaldi (C),
Us Città di Fasano: Guarnieri, Mambella, Diop, Cobo Gavalez, Rullo, Colombatti, Gomes Forbes (50’ s.t. Serri), Ganci (34’ s.t. Lanzillotta), Nadarevic, Tuttisanti (16’ s.t. Bernardini), Montaldi. all. Laterza. A disposizione Suma, Anglani, Trinchera, Zizzi, Giannotti, Formuso.
Audace Cerignola: Abagnale, Cascione (16’ s.t. Tedone), Russo L., De Cristofaro, Abruzzeze, Pollidori, Longo, Esposito A. (33’ s.t. Marotta), Foggia, Esposito V. (1’ s.t. Loiodice), Siclari (1’ s.t. Lattanzio). All. Bitetto. A disposizione Vassallo, Ujka, Matere, Di Cecco, Russo S.
Arbitro: Zucchetti di Foligno.
Note: Spettatori 800 circa, non ci sono i tifosi ospiti per il divieto di trasferta.
Ammoniti Cascione (A), Pollidori (A), Montaldi (C), Mambella (C), Abruzzese (A), Cobo (C), Esposito A. (A), Lattanzio (A). Rec. p.t. 1’; s.t. 6’.

FASANO – Grinta e determinazione permettono al Città di Fasano di superare la corazzata Audace Cerignola, al termine di una gara dalla ripresa vibrante. Il vantaggio fulminio dei padroni di casa in apertura è stato riquilibrato nella ripresa, ma i biancazzurri non mai mollato l’osso e pur in evidenti difficoltà di formazione hanno gettato l’anima l’oltre l’ostacolo ritornando nuovamente in vantaggio con un penalty concretizzato dal mattatore dell’incontro Montaldi. Poi fino al triplice fischio, dopo ben sette minuti di recupero, i fasanesi hanno lottato con il coltello tra i denti per tenere a distanza un avversario di grosso calibro.

Al pronti via il tecnico di casa Laterza deve fare i conti con il forfait dell’ultimo minuto di Corvino che lo spinge a gettare nelle mischia fin dal primo minuto Forbes. Rientra l’attaccante Montaldi, mentre a centrocampo si ritorna all’antico. Il modulo tattico è il 4-4-2 con in avanti Montaldi e Nadarevic, mentre sugli esterni della linea mediana vanno Forbes e Tuttisanti, con nel cerchio di centrocampo Ganci e Cobo. Modulo speculare per gli ospiti di mister Bitetti che preferisce Siclari in attacco, in coppia con Foggia, mentre a centrocampo deve optare per De Cristofaro, in coppia con Esposito A., alla luce della squalifica di Carannante. Alle spalle del duo d’attacco spuntano sugli esterni Esposito V. e Longo.

In cronaca vantaggio fulmineo dei padroni di casa al 4’ con Nadarevic che spedisce in rete la palla carambolata sulla traversa dopo il tiro dalla corta distanza di Montaldi, nell’occasione era stato Forbes a far partire l’azione. La risposta ospite arriva al 21’ con De Cristofaro che prova la conclusione da fuori con la palla che finisce alta sulla traversa. Il Cerignola pigia sull’acceleratore, mentre i biancazzurri si affidano alle ripartenze. Al 34’ ci prova Esposito A. dal limite e chiama alla parata bassa Guarnieri. Corner al 39’ di Nadarevic per il tiro di Ganci che manca lo specchio della porta da buona posizione. Con il minimo vantaggio si va negli spogliatoi con un Fasano che ha tenuto bene il campo, mentre è da rivedere la prestazione degli ospiti.

Nella ripresa mister Bitetto si affida alla girandola di sostituzioni gettando nella mischia Lattanzio e Esposito V.cercando di dare uno scossone alla prestazione dei suoi. Al 2’ mischia in aria del Fasano con Foggia che non trova la deviazione vincente a pochi passi dal secondo palo. Ghiotta occasione per i padroni di casa al 7’ con Nadarevic che chiede la triangolazione in area a Forbes, ma la difesa ofantina è attenta e chiude. Sulla ripartenza arriva il pari: Cascione se va sulla destra e scodella a centro per la testa di Longo che insacca sottoporta. Il Cerignola sempre più pimpante. Ospiti che ci riprovano al 9’ con Loiodice che cerca la via del gol da fuori. Si riaffaccia in avanti il Fasano al 12’ con Montaldi che con un tiro dalla distanza accarenzza il palo esterno. Calcio di rigore per i padroni di casa decretato al 29’ per fallo di Abruzzese su Montaldi: alla battuta va lo stesso giocatore che insacca per il nuovo vantaggio. Nuovo lampo degli ospiti: al 39’ colpisce il palo in rovesciata Lattanzio. Fino alla fine tanta sofferenza per i padroni di casa che devono ricorrere alla doppia sostituzione per infortunio di Forbes e Ganci, ma la vittoria è già incanalata ed al triplice fischio esplode il "Curlo".

(fotoservizio Mario Rosato)

Tempo stimato di lettura: 1' 20"

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    Non è obbligatorio rispondere alle accuse di avversari politici.Ma per problemi importanti la mancanza di smentite e chiarimenti è un limite posto...

    Mostra articolo