Serie D, Il Fasano riacciuffa il Gravina dal dischetto

di Tommaso Vetrugno domenica, 23 dicembre 2018 ore 16:20

Biancazzurri incerottati reggono solo un tempo poi nella ripresa incassano lo svantaggio prima del rigore risolutivo in pieno recupero FOTOCRONACA

Us Città di Fasano-Fbc Gravina: 1-1 (0-0)
Reti: 24’ s.t. Myda (G), 49’ s.t. Gori (C),
Us Città di Fasano: Guarinieri, Mambella, Diop, Gori, Anglani, Rullo, Serri, Ganci (45’ s.t. Colombatti), Forbes, Corvino (29’ s.t. Richella), Tuttisanti (39’ s.t. Giannotti). All. Laterza. A disposizione Suma, Pugliese, Angelini, Cobo, Montalbò, Lanzone.
Fbc Gravina: Loliva, Dentamaro, Tarantino, Romeo, Visone, Nigro, Bellomonte (16’ s.t. Mady), Mbida, Santoro (43’ s.t. Rizzo), Chiaradia, Forò (30’ s.t. Mangiacasale). All. Loseto. A disposizione Vicino, Potenza, De Giglio, Correnti, Ceglie, Guida.
Arbitro: Perri di Roma 1.
Note: Spettatori 1000 di cui un centinaio provenienti da Gravina.
Espulso al 48’ s.t. Laterza. Ammonizioni Loliva (G), Visone (G), Serri (C), Mbida (G), Mambella (C). Rec. p.t. 2’; s.t. 5’.

FASANO – Un pari di rigore per un Fasano incerottato che ha dovuto recuperare la gara in pieno recupero con un tiro dal dischetto. Un tempo per parte ed il pari è servito, ma resta il dato oggettivo di un Fasano sceso in campo con pochi cambi rispetto a mercoledì scorso e con un panca infarcita di giocatori under. Di contro il Gravina ha svolto a pieno il proprio ruolo, giocando anche su alcune sostituzioni che hanno dato maggiore ninfa all’attacco barese. Resta il rammarico per i locali per le tante occasioni non sfruttate nel primo tempo, anche se nella ripresa gli ospiti hanno centrato con merito il vantaggio legittimandolo con un gioco più vivace, prima del rigore risolutivo.

In gara il tecnico di casa Laterza punta sul modulo 4-3-3, confermando le assenze di Bernardini e Montaldi, entrambi per infortunio. Rispetto all’ultima uscita in difesa viene preferito Anglani a Colombatti, rilegato in panca, per il resto tutto a fotocopia.

Rispondono gli ospiti con un modulo speculare con il tecnico Loseto che cambia la corsia di destra dove manda da subito in campo Bellomonte e Forò, al posto di Mady e Mangiacasale che finiscono entrambi in panca.

In cronaca al 1’ scalda le mani del portiere ospite Gori direttamente su calcio di punizione dal limite. Al 3’ colpo di testa di Corvino con palla respinta in corner dall’ex portiere Loliva. Pericolo per la difesa di casa al 19’ con Guarnieri che si deve distendere sul diagonale velenoso di Chiaradia, ma la ribattuta agevola Santoro che a porta vuota non inquadra lo specchio da posizione defilata. La risposta dei locali è rabbiosa ed arriva con Forbes, corre il 22’, con un colpo di testa che chiama agli straordinari Loliva. Al 31’ cross a centro di Serri con Tuttisanti che prova la girata in porta con la palla che finisce alta sulla traversa. Ancora Tuttisanti al 34’ che impegna dal limite Loliva alla respinta, ma sulla ribattuta di Forbes deve rifugiarsi in corner. Padroni di casa vicini alla marcatura al 39’ con Serri, su suggerimento di Ganci, che fa partire un diagonale che si spegne di poco alto sulla traversa.

Nella ripresa subito pericolosi gli ospiti al 2’ con Mbida, che sugli sviluppi di una punizione dal limite, non inquadra lo specchio della porta da buona posizione. Ancora ospiti vicini al vantaggio un minuto più tardi: Bellomonte in slalom in piena area salta anche il portiere, ma a colpo sicuro è Diop a salvare sulla linea di porta. Si oppone Loliva al 18’ su punizione di Corvino dal limite. Vantaggio ospite al 24’ con Mady che insacca sul corner dalla sinistra di Chiaradia. Sullo scadere arriva l'azione che deciderà la partita. Fallo di rigore al 47’: Chiaradia affonda Richella, appena entrato in area, e l’arbitro indica il dischetto di rigore; alla battuta va Gori che insacca alla sinistra di Loliva per il pari finale.

(fotoservizio Mario Rosato)

Tempo stimato di lettura: 1' 20"

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    Non è obbligatorio rispondere alle accuse di avversari politici.Ma per problemi importanti la mancanza di smentite e chiarimenti è un limite posto...

    Mostra articolo