Serie A1, La Junior Fasano fa suo il derby pugliese con grande autorità

di Tommaso Vetrugno sabato, 24 marzo 2018 ore 21:20

Nella quinta giornata della Poule play off arriva una prestazione convincente che manda al tappeto il Conversano LE FOTO

Junior Fasano-Conversano: 27-22 (14-10)
Junior Fasano: D’Antino (2), Maione (3), De Santis P, Angiolini (1), Costanzo, Radovcic (2), Messina (2), Fovio, De Santis L. (1), Leal (3), Cedro, Riccobelli (9), Venturi (4), Rubino. All. Ancona.
Conversano: Stabellini (1), Sciorsci, Giannoccaro (4), Lupo J. (3), Dedovic (6), Monciardini, Carso, Sperti (6), Maggiolini, Beharevic, Pignatelli (1), Lupo M, Vicenti, Pivetta (1). All. Tarafino.
Arbitri: Zendali – Riello

FASANO – Una Junior Fasano incontenibile non concede spazi ad un Conversano messo da subito alle corde ed in capace di reagire. L’avvio di gara è a spron battuto con i padroni di casa che sfoderano l’approccio giusto alla gara per avere ragione di un avversario in avanti in classifica di due lunghezze.

Il calendario registra la quinta giornata della Poule play off e per i biancazzurri di coach Francesco Ancona non ci sono altre soluzioni che la vittoria. Solo un’affermazione piena può rimettere in carreggiata i biancazzurri, dopo un avvio della seconda fase decisamente ad handicap con le due sconfitte di fila. Nel derby pugliese la musica in campo cambia ed arriva la terza vittoria di fila che oltre a dare ossigeno alla classifica, regala una maggiore determinazione alla squadra in questa rincorsa alla vetta della classifica.

In gara la Junior Fasano ha messo subito la testa avanti con un Giudo Riccobelli incontenibile, capace di bucare la difesa ospite dalla linea dei terzini, mandando in visibilio il pubblico di casa. In avvio all’italoargentino si alterna Giulo Venturi dalla distanza, saranno proprio loro a scavare il primo solco dagli avversari. Quando il cronometro segna il 5’ il vantaggio è già sul +3 (4-1), ma l’ascesa dei locali non si ferma qui. I biancoverdi di coach Alessandro Tarafino si affidano all’ex di turno Umberto Giannoccaro per rimanere agganciati al risultato, ma senza successo. I cambi volanti tra attacco e difesa operati dacoach Ancona, con Riccobelli che prende il posto di Paolo De Santis ed Andrè Leal nel ruolo di Flavio Messina, sono una spina nel fianco degli ospiti che al 20’ incassano il +5 (11-6) con il giovane Nicolò D’Antino perfetto nella penetrazione dall'ala.

La difesa biancazzurra, assestata sul modulo 5-1, regge all’impatto degli ospiti tanto che all’intervallo si va sul +4 (14-10). Nella ripresa la musica non cambia, i padroni di casa giocano sul velluto rimpinguano il risultato minuto dopo minuto arrivano a toccare anche il +8 (20-12) al 7’. Poi nel finale c’è un ritorno d’orgoglio del Conversano, ma il derby resta in città, tra l’incontenibile gioia dei tanti tifosi biancazzurri che finalmente vedono all’opera una Junior Fasano che può ambire ad arrivare in fondo in questa stagione.

Archiviato il derby ecco che nel prossimo turno arriva la prova di maturità con il Bolzano che scenderà sul parquet del Palazizzi, per un altro big match della giornata, ed appare scontato che occorrerà una prestazione come quella del derby per andare avanti in classifica.

(Fotoservizio Mario Rosato)

Tempo stimato di lettura: 1' 20"

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • Passiatore Giovanna

    Ci lamentiamo sempre di tutto. Ci sono strade da rifare, scuole da ristrutturare, illuminazione carente ecc.ecc. Però al divertimento non sappiamo...

    Mostra articolo