Serie A1, La Junior Fasano batte il Bologna a domicilio e resta in vetta

di Tommaso Vetrugno sabato, 21 aprile 2018 ore 23:10

Salgono a sei le vittorie di fila quando mancano solo due gare al termine della Poule play off

Bologna United-Junior Fasano: 24-34 (12-13)
Bologna United: Bosnjac (5), Bonassi, Racalbuto (4), Cimatti (6), Gherardi (2), Pasini, Leban, Toschi, Savini (5), Rossi, Santolero (2), Mula, Argentin, Garau. All. Tedesco.  
Junior Fasano: Fovio, Cedro, Messina (4), De Santis L. (1), De Santis P, Maione (10), Radovcic (2), Leal (3), Venturi (2), Riccobelli, Angiolini (7), D’Antino (5). All. Ancona.
Arbitri: Nicolella e Rispoli.

FERRARA – Ancora a segno la Junior Fasano che supera in esterno un’United Bologna che ha provato in tutti i modi a fronteggiare la marcia della capolista. Si è giocato sul parquet del Pala Boschetto di Ferrara, in posticipo serale rispetto alla giornata, valevole come terz’ultima di ritorno della Poule play off

I biancazzurri di coach Francesco Ancona, pur non brillando e con il terzino Guido Riccobelli a riposo precauzionale, hanno infilato la sesta vittoria consecutiva rimanendo in testa al girone in condominio con il Conversano che dovranno affrontare in terra barese sabato prossimo, ma nel mezzo mercoledì 25 aprile al Palazizzi arriva il Cingoli.

“Una gara che contava solo vincere – afferma coach Ancona – perché dobbiamo continuare la marcia in testa. Abbiamo avuto qualche problema nel primo tempo dovuto essenzialmente ai ritmi di gara che non ci hanno permesso di prendere subito il largo. Troppi errori in attacco, nonostante una buona tenuta difensiva. La svolta sullo scadere di tempo e poi nella ripresa è stato più facile gestire una volta scavato il distacco dagli avversari”.

Una Junior Fasano che ha potuto schierare Paolo De Santis, rientrato dopo la squalifica. In gara il solito roster con i cambi volanti che hanno interessato proprio De Santis e Flavio Messina che si sono alternati con Andrè Alves Leal e Filippo Angiolini, tra difesa ed attacco. Nella ripresa maggiore spazio per Nicolò D’Antino che è divenuto un’autentica spina nel fianco degli avversari, suoi i contropiedi vincenti, bel lanciati dal solito Vito Fovio, ma allo stesso tempo il giovane esterno ha contribuito concretamente a dettare i giusti ritmi nella seconda fase.

In gara dopo un primo tempo dove i biancazzurri hanno approcciato alla partita non con il piglio giusto appiattendosi al ritmo degli avversari, la svolta sullo scadere con il +1 (12-13) che ha portato negli spogliatoi le squadre. Nella ripresa subito in avanti i biancazzurri con un pesante break che ha fatto emergere il primo +5 (18-23) al 13’, mentre solo due minuti più tardi si è toccato il +6 (18-24). Sfiancata l’United Bologna è stato un gioco da ragazzi per il possente Pasquale Maione sfruttare gli spazi dalla linea continua, mentre Angiolini si è vestito di autorità risultando tra i migliori in campo.

Tempo stimato di lettura: 1' 10"

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • saracino francesco

    Grazie da parte mia anche alla ex amministrazione fasanese dell'allora Sindaco che, per quanto mi risulta, da dato i genitali al progetto. Di...

    Mostra articolo