Serie A1, La Junior ritona in campo contro il Fondi

di Redazione Sport martedì, 30 ottobre 2018 ore 05:15

Dopo la lunga pausa i biancazzurri di coach Ancona ritornano in campo alla palestra Zizzi per il recupero della quinta giornata di campionato

FASANO – La Junior Fasano è pronta a dare vita al nuovo corso, quello che punterà a recuperare il gap dal vertice della classifica, dopo un avvio di stagione tutto da dimenticare. Si parte questa sera con la sfida interna contro la Banca popolare di Fondi, per una gara valevole per il recupero della quinta giornata.

Non è l’unico recupero che devono disputare i fasanesi dato che, per impegni nelle varie rappresentative nazionali di alcuni suoi atleti, hanno dovuto rinviare due partite. Infatti la successiva è quella di giovedì 15 novembre sul campo della Ego Siena. Nel mezzo c’è la gara casalinga con il Cingoli, fissata per il 10 novembre, ritornando a giocare di sabato seguendo il calendario prestabilito.

Occhio puntati, adesso, sulla sfida odierna con l’obiettivo di risalire la classifica. Un obiettivo che ha visto la società operativa sul mercato con l’ingaggio del centrale serbo-ungherese Marko Knežević e del giovane Davide Notarangelo, mentre in uscita è finito Stanislav Petrychko.

Il Fondi di coach Giacinto De Santis può fare affidamento sull’ex di turno Andrè Alves Leal che sta sfoderando un buon avvio di stagione, risultando quasi sempre tra i più prolifici della compagine laziale. Osservato speciale anche Travar Strahinja, ma senza dimenticare il capitano Stefano D’Ettorre, punto di riferimento di una compagine che finora ha incassato solo due sconfitte, quella interna con il Cingoli (26-27) e quella in trasferta contro il Pressano (27-20).

Fischio d’inizio fissato alle ore 20 nella cornice della palestra “Zizzi” con la direzione di gara affidata alla coppia Simone e Monitillo.

Tempo stimato di lettura: 1'

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    Sarebbe bene anche interrogarsi sulle ragioni e sui motivi che fanno crescere il nazionalpopulismo e domandarsi quanto sbagliate siano state le...

    Mostra articolo