I luoghi che caratterizzano Fasano, fra storia e cultura.

di Redazione Go Fasano venerdì, 29 luglio 2011 ore 10:17

La Fasano da scoprire

Fasano è la città dal centro storico suggestivo, offre il fascino del mare e il relax delle colline, è la storia nascosta nelle chiese locali e nelle lame degli insediamenti rupestri, è il divertimento dello Zoo. Fasano ha origini antiche. La sua storia la si ritrova per le strade del centro, quando, guardandosi attorno, è impossibile non fermare lo sguardo sui sontuosi palazzi che costeggiano le strade principali della città.
 
Camminando  per i due corsi principali, partendo da Corso Vittorio Emanuele,  non si può non soffermarsi sulla facciata di Palazzo Mancini –Merelaco dal bellissimo balcone centrale o su Palazzo Ciaia, edificio settecentesco appartenuto all’omonima famiglia.  In piazza, proprio adiacente al Palazzo dell’orologio, c’è Palazzo Gaito, sulla cui parete è stata ricavata una nicchia in cui è riposta la statua della Madonna del Pozzo, patrona della città. Procedendo sull’altro corso principale, è d’obbligo notare Palazzo Albano costruito dal capitano Mogavero nel 1693, bellissimo esempio di architettura barocca, e Palazzo Colucci, appartenente all’omonima famiglia dal XIII secolo, caratteristico per la sua facciata rosso pompeiano, il giardino interno, i saloni affrescati e i fregi che adornano porte, balconi e finestre.
 
Oltre ai palazzi, c’è un particolare tipo di costruzione molto diffusa sul territorio: la masseria. Disseminate nelle campagne fasanesi, ne esistono di vario genere: torre-masseria, masseria con torre, masseria fortificata senza torre, masseria-castello e masseria senza fortificazione; molte di esse hanno una importante caratteristica: il frantoio di tipo ipogeo, scavato direttamente nella roccia. Le chiesette interne o annesse alle costruzioni sono dei veri “gioielli architettonici”. Molte di esse, abitate fino a pochi decenni fa, sono state trasformate in bed & breakfast o strutture ricettive di lusso. Tra le più belle Masseria San Domenico, San Lorenzo e Maccarone, ma elencarle tutte è davvero impossibile: sono davvero tantissime.
Parlando di Fasano, impossibile non citare un’altra importante testimonianza storica sul territorio: il sito archeologico  di Egnazia, pochi chilometri a nord di Savelletri.
 
L’antica città romana, di cui oggi restano le rovine, è uno dei siti archeologici più importanti della Regione. Agli scavi archeologici del Parco, dove è possibile vedere le antiche tombe, l’acropoli, parte del lastricato della via Traiana e quel che resta dell’antica città, è annesso il museo nel quale sono conservati gli oggetti rinvenuti durante gli scavi (in alcune zone ancora in corso). Il parco archeologico ed il museo di Egnazia sono aperti tutto l’anno.   
 
 
 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    Non entro nel merito delle opinioni politiche della maggioranza e della opposizione.Ma ,se è vero,che c'erano CONSIGLIERI COMUNALI CHE USCIVANO...

    Mostra articolo