Fasano, terra delle masserie e degli ulivi

di Redazione Go Fasano lunedì, 7 novembre 2011 ore 16:44
Un tempo erano torri di avvistamento e abitazioni tradizionali. Oggi sono resort e strutture a cinque stelle.

Masseria

Lontani dai rumori, dai clacson assordanti delle automobili in coda. Ma dove? In campagna, alla scoperta di costruzioni settecentesche, trulli e masserie restaurate per diventare strutture turistiche attente al recupero delle tradizioni. Go Puglia presenta con orgoglio le masserie che fanno parte del suo network. Un esempio eclatante è la Masseria Mozzone, un'antica masseria del 1700, circondata da trulli, che si estende su 90 ettari di oliveto. Tra gli ulivi secolari si staglia anche la Masseria Il Brigantino, vicino al mare Adriatico, poco distante dalla ridente e silenziosa contrada Torre Spaccata. In contrada Conca d'Oro si trova l’azienda agricola e Masseria Chiancarella, da generazioni nel settore dell’olivicoltura come la Masseria Carbonara e la Masseria Don Sante, edificata nel XVIII e XIX secolo da Sante Conti, da cui prende il nome. La Masseria Spetterrata è situata in una suggestiva posizione panoramica, immersa nella quiete del verde della macchia mediterranea e degli ulivi secolari, a solo 5 km dal mare e dalle Terme di Torre Canne. Una masseria trasformata in una dimora per ospiti, costituita da 10 studio, tutti diversi tra loro per dimensione, forma e disposizione. La Masseria Pignata è suggestiva in quanto realizzata in tufo pugliese, l'antico presidio Torre Maizza, che visse nel XVI secolo il ruolo di torre d'avvistamento contro le scorribande degli Ottomani e dei Saraceni, ora è un raffinato resort cinque stelle lusso. Anche la Masseria San Domenico ha aperto al pubblico come prestigioso albergo cinque stelle lusso, mentre in passato è stata una torre di avvistamento fortificata del XV secolo. La Masseria Relais del Cardinale è tra le più prestigiose di Puglia, già sede dei Cavalieri di Malta, conserva ancora la vecchia sede del 'Baliaggio' dell'Ordine Bizantino del Santo Sepolcro. E' costruita in pietra calcarea e tufo e nel corso dei secoli è stata arricchita da portali monumentali e terrazze. Di recente trasformata in un Relais a 5* Lusso per ospiti esigenti e raffinati, si estende su 60 ettari di giardino, tra olivi secolari e agrumeti, in antiche cornici che ricordano i sapori del passato.
La Masseria Marzalossa, in contrada Pezze Vicine, risale al XVII secolo ed è stata restaurata con grande cura e rappresenta un luogo unico per rilassarsi e ritemprarsi fra secolari ulivi e antichi muri di pietra, in una natura incontaminata. L'antica masseria Don Luigi è stata edificata nel 1800, con i caratteristici muri spessi a calce, tipicamente pugliese nella linearità della sua architettura squadrata. La campagna fasanese, quindi, si arricchisce di un altro gioiello dell'ospitalità pugliese. La Masseria Trotta, databile 1700, è situata in un verdeggiante uliveto secolare in parte pianeggiante e in parte terrazzato con i caratteristici muretti a secco, inframmezzato da boschetti di lecci, alberi di carrubo, alberi da frutto e zone di macchia mediterranea.
Dovunque a Fasano si possono delibare gli ameni panorami dell’Adriatico, l’aria salubre delle colline e la vita genuina delle masserie. Gopuglia lo sa bene.

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    Non entro nel merito delle opinioni politiche della maggioranza e della opposizione.Ma ,se è vero,che c'erano CONSIGLIERI COMUNALI CHE USCIVANO...

    Mostra articolo