Xylella, aggressioni social a Fabiano Amati: «Tutto per aver svelato frode comunicativa»

di Redazione Go Fasano mercoledì, 12 dicembre 2018 ore 06:00

Comunicazione del Presidente della Commissione regionale bilancio

FASANO - «Sto subendo un’aggressione a mezzo social solo perché ho svelato una clamorosa frode comunicativa sulla xylella, finalizzata a attribuire infondati esiti trionfalistici alle sperimentazioni Sillec e Scortichini.
Ritengo perciò utile divulgare la relazione finale del progetto Sillec e attestare l’inesistenza di qualsiasi relazione iniziale, intermedia o finale sulla ‘cura’ Scortichini».
 
Lo comunica il Presidente della Commissione regionale bilancio Fabiano Amati.
 
«Stiamo assistendo alla divulgazione di esiti trionfalistici sul progetto Silecc da parte degli autori, che però hanno nel frattempo depositato una relazione finale di segno tutt’altro che trionfalistico. E mentre denuncio tutto ciò accade il grottesco: uno degli autori della relazione finale mi dedica un pensiero social aggressivo e inutilmente intimidatorio, chiedendomi notizie sul come io sia entrato in possesso della relazione finale al progetto Silecc e chi me l’abbia consegnato. Mi chiedo: ha forse qualcosa da nascondere? Oppure sta cominciando a crollare il castello di menzogne pagate peraltro dall’amministrazione pubblica? Non è noto che i Consiglieri regionali possono accedere a tutti gli atti dell’amministrazione e divulgarne il contenuto? Gli scienziati dell’anti-scienza preferiscono amministratori pubblici che si girano i pollici e disponibili a trasformarsi in palle di gomma a cui tirare pugni? Faccio una profezia: prepariamoci a sentire che qualche ‘manina’ in Regione ha manomesso i dati, anche se i risultati della sperimentazione sono stati espressi dagli autori anche con inequivoche parole.
 
Circa la cura Scortichini: sino a questo momento non risulta depositata alcuna relazione finale sulla sperimentazione, ma solo una richiesta di proroga e uno strano cambio dei campi di sperimentazione; dai campi di Galatone, Galatina, Veglie e Cannole, ai campi di Trepuzzi, Martina Franca e Fasano.
Ma mentre ciò risulta agli atti, vengono condivisi dalla stessa compagnia di scienziati dell’anti-scienza link taroccati, ove il titolo dice ‘Xylella, la cura Scortichini funziona a Cannole’ ma se aperto c’è il sorprendente rinvio alla home page di un sito con in bella vista ben altri argomenti.
E poi ci sarebbe da chiedersi: come mai la ‘cura’ Scortichini funzionante a Cannole non la si rende oggetto di una relazione, sia pur intermedia, per usare gli esiti in tutti i campi colpiti dal batterio? Sarà che la ‘cura’ funziona solo sui social o nei titoli dei link taroccati?».

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • meoli fede

    Perché tra gli artisti intervenuti in particolare mi è simpatico Piero Ciakky? soprattutto perché ha fatto esperienza nel settore dell’animazione...

    Mostra articolo