Scuole, polemica per le aule gelide. Scianaro: «Alunni con i giubbotti»

di Redazione Go Fasano martedì, 8 gennaio 2019 ore 05:00

Alcune mamme hanno manifestato indignazione sui social verso l'assessore Cinzia Caroli

FASANO - È un ritorno sui banchi di scuola "gelido e polemico" quello al rientro dalle festività. Infatti ieri pomeriggio, lunedì 7 gennaio, alcune mamme avevano pubblicamente manifestato indignazione - a mezzo di Facebook - poiché sostengono che in alcune aule delle scuole fasanesi i loro figli siano stati costretti a fare lezione invitati dai docenti a tenere il giubbotto ancora addosso. Tutto questo perché, stando alla loro versione e alle parole del consigliere comunale Antonio Scianaro, non sarebbero stati accesi per tempo i termosifoni. Tutto ciò a maggior ragione poiché proprio Fasano è stata interessata, come tutta la regione, da una forte ondata di gelo negli ultimi giorni. È stata la stessa Cinzia Caroli, assessore al ramo, ad intervenire in risposta alle mamme, assicurando di aver sentito i dirigenti scolastici e che le aule fossero state già riscaldate poco prima dell'arrivo degli alunni. Ci sarebbero stati alcuni problemi, ma prontamente risolti.
 
Non si è fatto attendere l'intervento del consigliere Scianaro.
 
«Dopo giorni di vento e freddo polare, accompagnati da neve, che ha visto interessata l’intera Regione Puglia, alle 17,30 di sabato il sindaco Francesco Zaccaria annuncia sui suoi canali social: “Ci è stata ufficialmente comunicata la fine dell’allerta-meteo [...] abbiamo controllato il riscaldamento in tutte le scuole di competenza del Comune, senza riscontrare problemi: le lezioni riprenderanno quindi regolarmente dopodomani, lunedì 7 gennaio, come previsto” - a dichiararlo è il consigliere comunale Antonio Scianaro - Molti sindaci delle città interessate da tale fenomeno metereologico, hanno predisposto in occasione della ripresa delle attività scolastiche, l’accensione dei termosifoni da domenica 6 gennaio per riscaldare al meglio le scuole e per dare ai nostri ragazzi, una condizione quanto più consona ad affrontare le attività didattiche.
 
Il nostro sindaco Zaccaria, sicuramente preso da altro, ha pensato bene di non occuparsene, e lasciare il tutto alla normale accensione della mattina.
Naturalmente alla ripresa delle vacanze natalizie, molti plessi scolastici erano gelidi, ed i ragazzi hanno accusato non pochi problemi, tant’è che molti genitori hanno riferito che i professori hanno invitato gli studenti a coprirsi con cappotti e giubbotti. Viva la programmazione!
 
Detto ciò, sarebbe bene che il nostro sindaco si occupi fattivamente della nostra città, anziché avvitarsi in sterili ed inutili polemiche contro un Ministro della Repubblica.
 
Ad ognuno - conclude Scianaro - il suo compito!».

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • meoli fede

    Perché tra gli artisti intervenuti in particolare mi è simpatico Piero Ciakky? soprattutto perché ha fatto esperienza nel settore dell’animazione...

    Mostra articolo