Rimesso in libertà il fasanese accusato di aver aggredito la sua ex moglie

di Redazione Go Fasano giovedì, 9 febbraio 2017 ore 06:17
Lo ha deciso il Tribunale del Riesame che ha accolto il ricorso del difensore del presunto aggressore 
 
FASANO – E’ tornato libero il 43enne fasanese che il 23 gennaio scorso era finito agli arresti domiciliari perché accusato di aver aggredito la sua ex moglie.
 
Il Tribunale del riesame di Lecce, a cui l’avvocato Marcello Zizzi che difende il 43enne aveva presentato ricorso avverso l’ordinanza di custodia cautelare agli arresi domiciliari del gip del Tribunale di Brindisi, ha accolto l’istanza presentata dal difensore ed ha rimesso in libertà il 43enne imponendogli solo il “divieto di avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa (la ex moglie del pizzaiolo – ndr), tra cui in particolare l’abitazione di residenza di quest’ultima, rispettando una distanza di almeno 100 metri da questi luoghi” e “il divieto di comunicare con qualsiasi mezzo con la persona offesa”.
 
Martedì scorso il provvedimento dei giudici del Riesame è stato depositato nella cancelleria del Tribunale e subito dopo i militari dell’Arma lo hanno notificato al pizzaiolo procedendo alla sua scarcerazione.
 
Il 43enne – che il 23 gennaio scorso, secondo le accuse, durante una lite con la ex moglie, tentò di aggredire la donna, che per sfuggire all’ira del marito si barricò con la figlia (che è minorenne) all’interno della sua auto – ha riottenuto la libertà ma dovrà girare alla larga dalla ex moglie e non potrà comunicare con lei in alcun modo. 
 
Tempo stimato di lettura: 20’’
 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • meoli fede

    Perché tra gli artisti intervenuti in particolare mi è simpatico Piero Ciakky? soprattutto perché ha fatto esperienza nel settore dell’animazione...

    Mostra articolo