Proposto finanziamento per il completamento del Ciasu

di Redazione Go Fasano martedì, 17 maggio 2016 ore 06:49
Da parte della Regione Puglia al Governo nazionale
 

FASANO – Potrebbe arrivare a breve buone notizie per il Centro Internazionale Alti Studi Universitari che ha sede a Fasano.
 
"Nel patto per il sud la Regione Puglia proporrà il finanziamento per 3 milioni di euro, così da completare il Ciasu – è quanto annuncia il presidente della Commissione regionale bilancio e programmazione, il consigliere regionale fasanese Fabiano Amati -. Nelle prossime ore il patto sarà sottoscritto tra il Governo nazionale e la Regione, come spero, e così potremo finalmente completare e dare una missione al Ciasu. Il Ciasu è ancora un'incompiuta ed era tra le ultime necessità non ancora soddisfatte nell'ambito del mio programma politico-amministrativo".
 
Ieri la giunta regionale pugliese ha approvato gli interventi rimodulati per il “Patto per il Sud” ed ha inviato l’elenco al Governo. Tra questi vi è alla voce “Infrastrutture” il “Recupero della infrastruttura universitaria Ciasu per attività didattica e formativa” per un costo totale di 3 milioni di euro e con una progettazione allo stato “preliminare”.
 
“La Puglia ha indicato quali interventi salvare tra quelli già trasmessi lo scorso Novembre  (per un ammontare di circa 6 miliardi) a seguito della rimodulazione delle somme a 2.071.592.331 euro – dichiara il presidente della Regione Michele Emiliano -.  Ferma rimanendo la nostra posizione sull’insieme degli stanziamenti del Fondo di Sviluppo e Coesione (FSC) attribuiti alla diretta competenza delle regioni del Sud, la Regione Puglia ha adempiuto pienamente agli indirizzi che hanno ispirato il Governo in questa fase, al fine di non perdere neanche un euro delle risorse superstiti.  Continueremo rispettosamente l’interlocuzione col Governo per tentare di far ottenere alla Puglia la restante parte delle somme ad essa spettante del FSC nella forma che il Governo riterrà opportuna".
 
Le priorità rispetto all'utilizzo dei fondi sono state individuate sulla base della massima approssimazione del principio della omogeneità territoriale degli interventi, compatibilmente con la pronta cantierabilità delle opere.
 
Fra le priorità rientrano quelle ambientali (chiudere il ciclo dei rifiuti, rivedere quello delle acque, le bonifiche); le misure relative all'inclusione sociale ed al lavoro tra le quali il Reddito di dignità (Red); la rigenerazione urbana, l’efficientamento energetico e strutturale delle case popolari, le risorse da destinare ai fini del riordino della rete funzionale dei Consorzi di bonifica, la rete del trasporto su ferro. L’elenco odierno recupera le risorse destinate all’incentivazione alle imprese per sopperire al taglio di risorse POR finalizzato al finanziamento del credito di imposta.
 
L’elenco è stato trasmesso al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, on. Claudio De Vincenti, in allegato a una lettera a firma del capo di gabinetto della Regione Puglia Claudio Stefanazzi.
 
“Le significo – scrive Stefanazzi nella missiva - che a valle dell’attività di programmazione svolta dagli Assessorati e dalle Strutture tecniche dell’Amministrazione, in data odierna (ieri – ndr) la Giunta regionale ha approvato il nuovo elenco degli interventi da inserire nell’ambito del Patto per la Puglia, alla luce della rimodulazione delle somme già previste nella scheda da noi inviata a Novembre u.s.
Sulla base della nuova disponibilità di risorse, sono stati riprogrammati interventi per un importo complessivamente pari a € 1.994.035.364.
Inoltre, le trasmetto l’elenco dei progetti avviati con le risorse del POR Puglia FESR 2007-2013 e non conclusi al 31/12/2015, eleggibili alle risorse FSC, secondo quanto previsto al c. 804  della Legge di Stabilità 2016. L’importo complessivo dei progetti non conclusi è pari a € 77.556.967.
Pertanto – prosegue il capo di gabinetto della Regione - le risorse immediatamente attivabili ammontano a € 2.071.592.331, coerentemente con il nuovo riparto stabilito dal Governo.
Tanto premesso, avendo appreso che nella giornata di domani (oggi – ndr) il Presidente del Consiglio sarà presente nella città di Bari, le dichiaro sin d’ora la disponibilità del Presidente Emiliano alla formalizzazione del Patto per la Puglia, al fine di dare immediato impulso alle attività di investimento programmate.
Ove la richiesta non fosse compatibile con l’agenda del Presidente del Consiglio, le confermo la disponibilità a concordare una data alternativa”.
 
Tempo stimato di lettura: 2’
 
 
 
 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • meoli fede

    Perché tra gli artisti intervenuti in particolare mi è simpatico Piero Ciakky? soprattutto perché ha fatto esperienza nel settore dell’animazione...

    Mostra articolo