Xylella: scoperti tre focolai nel Brindisino

di VITO RUBINO martedì, 24 gennaio 2017 ore 09:33

Altri due nel Tarantino

BRINDISI – Brutte notizie per gli olivicoltori brindisini.
 
Nei giorni scorsi, all’esito del monitoraggio compiuto dagli ispettori fitosanitari dell’Arif e delle successive analisi effettuate nei laboratori dei centri di ricerca scientifica, sono stati scoperti cinque nuovi focolai di Xylella fastidiosa,  il batterio che negli anni e nei mesi scorsi ha falcidiato interi uliveti nel Salento.
 
Tre di questi nuovi casi sono in provincia di Brindisi: in agro di Ceglie Messapica in località Barone (quasi al limite di confine comunale con San Michele Salentino e Francavilla Fontana), in agro di San Vito dei Normanni, in località Deserto (al limite di confine con il territorio comunale di Carovigno), ed in agro di Carovigno a ridosso della linea ferroviaria (tra le Masserie Aspri, Scianolecchia e Bufaloria).
 
Gli altri due focolai sono stati individuati in provincia di Taranto, in agro di Grottaglie e tra Carosino e San Marzano.
 
Dalle mappe del monitoraggio risulta che, tranne che per il focolaio di Carosino, sono già state campionate (in attesa dei risultati delle analisi) tutte le piante delle specie ospiti nel raggio dei 100 metri. 
 
Tempo stimato di lettura: 10’’

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • meoli fede

    Perché tra gli artisti intervenuti in particolare mi è simpatico Piero Ciakky? soprattutto perché ha fatto esperienza nel settore dell’animazione...

    Mostra articolo