l'operatore dell'impresa turistica

di Redazione Go Fasano martedì, 4 maggio 2010 ore 19:24
Corso di formazione in via di svolgimento alla Dante Alighieri

 

L’Organismo Formativo DANTE ALIGHIERI  con sede in Fasano, alla Via del Calvario n. 17, a seguito dell’AVVISO PUBBLICO della Provincia di Brindisi n. 7 del 2009, è stato autorizzato alla realizzazione del percorso formativo di qualifica post-obbligo, cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo, per la figura professionale di “OPERATORE DELL’IMPRESA TURISTICA”; 

L’azione formativa per Operatore dell’impresa turistica è finalizzata, secondo quanto previsto dall’Avviso PROV-BR 7/2009 “alla formazione di persone disoccupate o inoccupate con basso titolo di studio iscritte nelle anagrafi dei Centri per l’Impiego della Provincia di Brindisi”, nel quadro delle iniziative di formazione “per l'acquisizione di un livello minimo di competenze per i lavoratori con bassa qualifica” e “per aumentare la presenza delle donne nel mercato del lavoro, la cui situazione di svantaggio rappresenta un  punto di debolezza del sistema economico e sociale”.


L’intervento, d’altronde, in coerenza con l’Avviso, guarda a uno dei settori più importanti dell’economia provinciale, il turismo che, “pur se stagionale, tiene grazie alle infrastrutture logistiche, ma anche grazie ai fattori “natura” e “tradizione”. Infatti, in coerenza con il Piano Annuale Attivita’ FSE 2009 dell’Assessorato al lavoro/F.P. della Provincia l’azione formativa si propone l’obiettivo di “elevare il livello di competenze del capitale umano attraverso l’organizzazione e la diversificazione dell'offerta di opportunità formative lungo tutto l'arco della vita, il miglioramento della qualità dell'offerta tenendo anche conto delle esigenze del sistema economico e sociale e degli obiettivi di innovazione e competitività”. Il piano stesso che, per quanto attiene il sistema produttivo, propone lo “sviluppo del turismo attraverso l’integrazione con l’agricoltura, l’agroalimentare e le infrastrutture di trasporto, valorizzazione dell’artigianato e delle tradizioni locali, favorendo il distretto turistico-culturale e sub-filiere, il sistema di qualità del settore agriturismo e della ristorazione”, lamenta la non efficace diffusione delle competenze minime necessarie a garantire l'accesso al mercato del lavoro, una scarsa propensione all'aggiornamento professionale e culturale lungo tutto l'arco della vita, l’obsolescenza delle competenze possedute, l'aumento del mismatch tra domanda e offerta di lavoro.


Il percorso di formazione si propone pertanto di perseguire le seguenti finalità:
•    promuovere un bacino d'impiego strategico per lo sviluppo economico del territorio provinciale e comunale;
•    creare occupazione andando incontro a quelle che sono le effettive esigenze del mercato del lavoro;
•    creare un sistema di pari opportunità, che consenta alle donne, specie quelle con scarsa qualificazione culturale, un più agevole inserimento nel mercato del lavoro;
•    introdurre l'uso della tecnologia come elemento di rinnovamento e accrescimento delle competenze culturali e professionali della popolazione in un’ottica di life long learning.
    La figura professionale di Operatore dell’impresa turistica svolge dunque attività imprenditoriale, in forma singola o associata, oppure alle dipendenze di società, enti e aziende del comparto turistico, nelle azioni di organizzazione, gestione e sviluppo della ricettività turistico-alberghiera, risultando in possesso di  qualificate competenze, tali da contribuire, consapevolmente:
•    ad accrescere l'articolazione, l'efficienza e la compatibilità ambientale delle imprese turistiche attraverso la promozione dell'innovazione di prodotto, di processo ed organizzativa;
•    ad incrementare l'integrazione produttiva del sistema turistico, in un'ottica di filiera;
•    a diversificare e destagionalizzare i servizi turistici.
L’Operatore dell’impresa turistica, in primo luogo, si troverà nelle condizioni di:
•    conoscere l'andamento del mercato e della concorrenza, ai fini della proposta di un prodotto-servizio competitivo e di qualità;
•     definire i costi di investimento per l'impresa;
•    ricercare le soluzioni tecniche più opportune per la realizzazione del prodotto-servizio.


Il settore dei viaggi e del turismo richiede infatti metodi e strumenti di gestione più articolati degli attuali che, in un’ottica di efficienza e concorrenzialità, siano anche in grado di pianificare l’uso del territorio e salvaguardare tutte le risorse “non riproducibili”, valorizzando e conservando il patrimonio culturale. L’Operatore in uscita dal percorso di formazione sarà dotato di grande flessibilità, proprio per essere in grado di offrire svariate possibilità ai vari target di clientela, privata e pubblica, adeguandosi alle richieste del turista, tenendo conto soprattutto dei "bisogni" che il cliente farà emergere. Il target di riferimento infatti ha esigenze specifiche molto particolari e l’operatore formato avrà anche le competenze per offrire itinerari che non solo siano in grado di far scoprire le bellezze e i beni culturali del territorio, ma che lo facciano nel rispetto dei principi del turismo sostenibile.


La fitta rete di strutture operanti nel settore turistico a livello territoriale,  che hanno formalizzato l’interesse al percorso formativo e che si sono dichiarate disponibili a collaborare con la Dante Alighieri nell’ospitare gli allievi in attività di tirocinio/stage, può essere il chiaro segnale di un’attenzione nuova e più focalizzata a offrire servizi di qualità in cui il “valore aggiunto” può essere senz’altro la competenza e la professionalità degli operatori. Si pensi che a sostenere l’azione formativa sono quelle aziende dell’accoglienza e della ricettività turistica tra le più qualificate del territorio comunale e, comunque, tra le più significative per processi, servizi e tecnologie innovative.
La visibilità più diretta dei nuovi trend di sviluppo del settore turistico è rappresentata, più che dall’ampliamento, dalla diversificazione delle strutture destinate alla ricettività turistica, considerando anche la variabilità delle tipologie. Un dato di fatto, registrabile direttamente sul territorio di Fasano, è l’incremento delle strutture ricettive di lusso e di charme come, di converso, altrettanto rimarchevole è la disseminazione sul territorio di strutture agrituristiche e, fenomeno estremamente significativo ed interessante ai fini dell’autoimprenditorialità, di Bed & Breakfast.


L’azione formativa si struttura su modalità di apprendimento flessibili che colleghino sistematicamente la formazione in aula con l’esperienza pratica (attraverso l’attivazione di tirocini/stage di 300 ore, di durata pari al 50% dell’intero intervento formativo) e si fonda sul  modello ISFOL che indica nei moduli i mattoni costituitivi del processo, “pacchetti formativi” finalizzati al conseguimento ed alla certificazione dei crediti formativi; distinti per conoscenze, competenze, abilità.
In questa ottica la struttura progettuale andrà ad articolarsi nelle seguenti fasi:
1)    Azione di promozione: informazione, pubblicità e sensibilizzazione sull’attività di formazione;
2)    Selezione dei corsisti;
3)    Azioni di Orientamento e Bilancio delle competenze (30 ore);
4)    Attività di formazione con lezioni frontali e laboratori ali, tenute da qualificati esperti del settore, suddivise nei macromoduli: di base, professionalizzante, di specializzazione, rispettivamente di 110, 60 e 60 ore, nelle seguenti aree:


a.    Area Linguistica
b.    Area Informatica
c.    Area Storica, Artistica, Geografica
d.    Area Marketing e cultura di impresa
e.    Area diritto del lavoro, Sicurezza e Prevenzione
f.    Area dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile
g.    Area dei servizi turistici ristorativi e ricettivi.

5)    Attività di laboratorio ai fini dell'interdisciplinarietà delle competenze e dell’applicazione delle metodiche;
6)    Attività di stage (300 ore);
7)    Azioni di accompagnamento all’inserimento lavorativo, ricerca attiva del lavoro e Project work (30 ore);
8)    Azioni di monitoraggio e di valutazione;

Al termine del corso, superate le prove finali, verrà rilasciato un attestato di qualifica professionale Operatore dell’impresa turistica. Ai partecipanti è riconosciuta una indennità di frequenza pari a € 2,00 per ogni ora di effettiva presenza per tutta la durata del corso.
La partecipazione al percorso formativo è interamente gratuita, come gratuito è tutto il materiale didattico individuale. L’Organismo Formativo “Dante Alighieri” riconoscerà anche il rimborso delle spese di viaggio eventualmente sostenute per raggiungere le sedi delle attività didattiche e di stage. 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • meoli fede

    Perché tra gli artisti intervenuti in particolare mi è simpatico Piero Ciakky? soprattutto perché ha fatto esperienza nel settore dell’animazione...

    Mostra articolo