la figura professionale del saldatore

di Redazione Go Fasano domenica, 9 maggio 2010 ore 14:13
Interessante percorso formativo organizzato dalla Dante Alighieri
    L’Organismo Formativo DANTE ALIGHIERI è stato autorizzato alla realizzazione del percorso formativo di qualifica post-obbligo, cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo, per la figura professionale di “SALDATORE”; L’azione formativa è destinata a giovani, entro il diciottesimo anno di età, residenti nella Provincia di Brindisi, che hanno assolto l’obbligo formativo e che sono sottoposti all’obbligo di istruzione (art. 1 del D.M. 22 agosto 2007, n. 130,) così come previsto dalla Legge n. 296/06.

      Ai fini della efficace realizzazione delle attività didattiche, l’Organismo Formativo DANTE ALIGHIERI nella realizzazione delle attività, si avvale del partenariato dell’Istituto Professionale di Stato per l’Industria e l’Artigianato (IPSIA) “G. Ferraris”, con sede in Brindisi, alla Via Adamello n. 18, laddove, d’altronde si tengono le attività formative, in particolare quelle laboratoriali, avendo messo l’Istituto Scolastico, a disposizione degli allievi e dell’organismo Formativo, aule  attrezzate e laboratori funzionali alle esercitazioni pratiche. L’IPSIA “G. Ferraris”, inoltre, per volontà unanime del Collegio dei Docenti, provvederà per sua parte a certificare le conoscenze e le competenze e, in caso positivo, consentirà agli allievi l’iscrizione al 3° anno del proprio corso di studi.

      In coerenza con il Piano Annuale Attivita’ FSE 2009 dell’Assessorato al lavoro/F.P. della Provincia, e con lo stesso Avviso 9, l’azione formativa si propone l’obiettivo di “elevare il livello di competenze del capitale umano attraverso l’organizzazione e la diversificazione dell'offerta di opportunità formative lungo tutto l'arco della vita, il miglioramento della qualità dell'offerta tenendo anche conto delle esigenze del sistema economico e sociale e degli obiettivi di innovazione e competitività”.

      I giovani, secondo l’Assessorato alla Formazione Professionale della Provincia di Brindisi, tradizionalmente costituiscono “una componente debole del mercato del lavoro”, soprattutto quelli che, avendo abbandonato gli studi, in buona parte senza terminare il ciclo obbligatorio di istruzione e formazione, spesso senza alcuna qualifica professionale e, dunque, con scarso potere contrattuale, rappresentano il “ventre molle” del mondo del lavoro. Il fenomeno del “lavoro nero”, ma ancor più quello del lavoro minorile, che una serie di interventi pubblici di natura preventiva e repressiva cercano di limitare, si genera nelle sacche di deprivazione culturale e di marginalità che caratterizzano il tessuto sociale del territorio provinciale. Senza parlare dei fenomeni di microcriminalità o criminalità organizzata che portano quotidianamente la Provincia alla ribalta della cronaca e che trovano linfa in un disagio che è economico ma anche, e soprattutto, ideale e culturale.

      L’Organismo Formativo Dante Alighieri, in considerazione che il mondo del lavoro sta cambiando, e che le dinamiche delle attività produttive richiedono oggi agli operatori maggiori livelli di autonomia e di responsabilità, ma soprattutto una formazione che offra la possibilità di sapere e saper fare, prima di procedere alla formulazione del progetto formativo, ha realizzato  una propria indagine sui fabbisogni  presso le aziende del territorio provinciale che operano nel settore meccanico e dei montaggi industriali.

      Sulla base dei risultati emersi dalle indagini, ed in particolare in quelle aziende della Provincia che operano direttamente nel settore della saldatura, è emerso che le stesse sono in continua evoluzione sia dal punto di vista organizzativo che tecnologico dal momento che, anche per far fronte alla crisi, comunque avvertita nel settore, sono alla costante ricerca di livelli standard capaci di garantire manufatti di qualità. L’esigenza del mercato, che ricerca sempre più operatori con competenze, conoscenze, capacità e abilità altamente professionali, impone alle aziende del settore metalmeccanico l’esigenza di inquadrare nei propri organici personale qualificato con competenze tecnico-professionali specifiche, che possa essere in grado di intervenire nei processi lavorativi con ampia autonomia e utilizzando strumenti e attrezzature tecnologicamente avanzate.

      A fronte di ciò e allo scopo di favorire l’inserimento di manodopera specializzata nei contesti lavorativi che caratterizzano il tessuto socio-economico della Provincia, si pensa, non ultimo, al comparto aerospaziale, l’azione formativa destinata alla creazione della figura professionale di Saldatore, accomuna le seguenti esigenze:

    * quella dei giovani di acquisire una valida formazione professionale, che consenta loro l’inserimento in attività lavorative con le competenze richieste dalle aziende del settore;
    * quella delle aziende che, collaborando alla realizzazione del processo formativo attraverso gli stage, si assicurano skills professionali rispondenti alle proprie esigenze e alle esigenze del più generale sistema produttivo provinciale.

          La qualifica di Saldatore serve, infatti, essenzialmente a dare evidenza a competenze ed abilità che i giovani formati avranno nell'esecuzione delle giunzioni permanenti. La certificazione finale sarà un riconoscimento della professionalità dei giovani che, grazie al percorso che conduce alla qualifica, acquisiranno conoscenze teoriche e abilità pratiche, sentendosi giustamente responsabilizzati e motivati per l'esecuzione di un processo speciale che influisce fortemente sulla qualità e sulla sicurezza del prodotto finale.

      La figura professionale di Saldatore, in uscita dal percorso formativo, sarà dunque in grado di:

    * leggere ed interpretare la documentazione tecnica predisposta;
    * scegliere ed applicare i mezzi ed i metodi più idonei per effettuare la saldatura;
    * pulire e preparare, con l'ausilio di utensili e di apparecchi, le superfici da saldare;

    posizionare e fissare i pezzi;

    * eseguire la saldatura ed effettuare i trattamenti successivi, quali ad esempio la rifinitura, l'asportazione di eventuali sbavature e la verifica della tenuta della saldatura, controllando accuratamente il lavoro;
    * eseguire la manutenzione ed il controllo degli utensili, degli apparecchi e degli impianti utilizzati;
    * registrare i dati tecnici di tutto il processo, utilizzando i moduli predisposti dall'azienda.

      L’intervento formativo ha una durata di 1200 ore e la struttura progettuale si articola nelle seguenti fasi:

      1) Azione di promozione: informazione, pubblicità e sensibilizzazione sull'attività di formazione;

      2) Selezione dei corsisti;

      3) Azioni di Orientamento e Bilancio delle competenze (15 ore);

      4) Attività di formazione con lezioni frontali e laboratoriali che prevede lo sviluppo di Unità didattiche monotematiche (Sicurezza, Ambiente e sviluppo sostenibile, Pari opportunità) e Unità didattiche multidisciplinari di formazione teorica e pratica, finalizzate tutte alla acquisizione di competenze di base, trasversali e specifiche del profilo professionale di riferimento.

      5) Attività di laboratorio ai fini dell'interdisciplinarietà delle competenze e dell'applicazione delle metodiche;

      6) Attività di stage (480 ore);

      7) Azioni di accompagnamento all'inserimento lavorativo, ricerca attiva del lavoro e Project work (20 ore);

      8) Azioni di monitoraggio e di valutazione.

      Il percorso formativo, destinato allo sviluppo delle competenze di base, tecnico-professionali e trasversali, è suddiviso in moduli che risultano così articolati:

      Modulo n. 1: Accoglienza – Orientamento (ore 15)

      Modulo n. 2: di Base (ore 332)

      Modulo n. 3: Professionalizzante (ore 353)

      Modulo n. 4: Ricerca Attiva del Lavoro e Project work (ore 20)

      Modulo n. 5: STAGE (ore 480).

      Al termine del corso, superate le prove finali, verrà rilasciato un attestato di qualifica professionale di Saldatore. Ai giovani allievi partecipanti è riconosciuta una indennità di frequenza pari a € 2,00 per ogni ora di effettiva presenza per tutta la durata del corso.

      La partecipazione al percorso formativo è interamente gratuita, come gratuito è tutto il materiale didattico individuale. L’Organismo Formativo “Dante Alighieri” riconoscerà anche il rimborso delle spese di viaggio eventualmente sostenute per raggiungere le sedi delle attività didattiche e di stage.  

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • meoli fede

    Perché tra gli artisti intervenuti in particolare mi è simpatico Piero Ciakky? soprattutto perché ha fatto esperienza nel settore dell’animazione...

    Mostra articolo