corso di teatro al laboratorio urbano

di Redazione Go Fasano martedì, 11 gennaio 2011 ore 10:07
Importante iniziativa formativa curata da Elena Giove

FASANO - Ogni martedì e giovedì a partire dall'11 gennaio 2011 dalle ore 19,00 alle 21,30 si terrà un corso di teatro al Laboratorio Urbano


Elena Giove nasce come attrice nel 1997 lavorando nel cinema con Diego Abatantuono, Silvio Orlando, in seguito con Lina Wertmuller. Si forma con studi teatrali per 13 anni, collaborando con Leaving Teathre di New York , con Robert McNeer attore e regista americano. Lavorando su tecnica attoriale, improvvisazione, voce, movimento. Attualmente attrice in compagnie nazionali. Ultimo lavoro ne “La strada delle tartarughe” regia di Maria Maglietta.

La Giove, precisa : "quello che si vede di solito del lavoro teatrale è solo la punta dell'iceberg,lo spettacolo finale, la presentazione, il momento espressivo. Ma il processo che porta a questo risultato è lento, profondo, un campo molto fertile.


Il lavoro dei laboratori è pratico perchè sono convinta che noi tutti, adulti e bambini, impariamo attraverso l'esperienza. Conoscere meglio il proprio corpo e la propria voce sono la base per saper ascoltare e comunicare e sono strumenti indispensabili per ognuno di noi...come lo sono per un attore.


Partire dal gioco creativo significa partire dal divertimento, ma soprattutto significa creare una condizione particolare, quella della fiducia e dell'ascolto. Ascolto inteso come sospensione del giudizio, come apertura profonda della nostra percezione, come rispetto per noi stessi e per gli altri. Questa è la condizione base per mettersi in gioco e per creare quell'insieme di forti colori diversi...che sono la ricchezza del lavoro teatrale. In particolare per dei non professionisti.


Fare teatro significa coinvolgere le emozioni con il corpo, con la mente, e con tutte quelle particolarità individuali che ci rendono unici, uno diverso dall'altro.

Il teatro può fornire uno spazio protetto per la crescita di ognuno, sviluppando nel medesimo tempo il senso individuale e la collaborazione nel gruppo, l'espressività e la percezione, la creatività e la fantasia.

E tutto questo con la serietà, la disciplina, la generosità, la verità e la leggerezza del gioco teatrale."

Gli obiettivi dl corso saranno in definitiva stimolare la capacità d'ascolto del mondo interno ed esterno, tirar fuori la creatività e la fantasia, acquisire tecniche teatrali, lavoro su ritmo, voce, respiro, corpo, lavoro sul racconto e la memoria, improvvisazione teatrale, maschera neutra, clown.

 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • meoli fede

    Perché tra gli artisti intervenuti in particolare mi è simpatico Piero Ciakky? soprattutto perché ha fatto esperienza nel settore dell’animazione...

    Mostra articolo