Speciale centro storico: parla una residente

di Marisa Cassone venerdì, 23 ottobre 2015 ore 08:37

Parte oggi l'inchiesta di Gofasano.it sul centro storico cittadino.

SPECIALE CENTRO STORICO: PARLA LA CITTA'!

FASANO - Parte oggi lo "Speciale centro storico: parla la città", iniziativa ideata da Gofasano.it per dare voce ai residenti e agli operatori commerciali che vivono e lavorano nel centro storico di Fasano, cuore pulsante della città ma anche zona del centro abitato interessata da diverse problematiche.
 
Problematiche che ci verranno evidenziate nel corso delle nostre interviste sia dai residenti sia dai commercianti che gestiscono locali e negozi nella parte antica della città.
 
 
Partiamo con la intervista ad Antonia Turchiarulo, residente in una delle principali arterie del centro antico.
 
Come si vive nel centro storico?
 
Nel centro storico si vive male. Non c'è privacy.
 
Quali sono i problemi e le criticità che riscontrate?
 
Di giorno si sentono le urla del parcheggiatore che sistema le macchine in piazza Mercato Vecchio e, se lui non c'è, parcheggiano comodamente in seconda fila o dietro bloccando ogni passaggio; di pomeriggio ci sono i pazienti dello studio medico che fanno “salotto” sotto casa; di sera “classi” di ragazzini che fumano o si spinellano, urlano e dicono parolacce, oppure parlano al cellulare in vivavoce. Cosa peggiore quando bruciano carte sotto i portoni o addirittura li graffiano.
D'estate poi c'è il problema dei ristoratori che ti apparecchiano sotto i balconi creando caos fino a notte inoltrata.
 
Quali sono le cause di questi problemi?
 
Non ci sono uomini in divisa o in borghese che controllano.
 
Avete interpellato le istituzioni?
 
Se chiamiamo i vigili o le altre forze dell'ordine, non vengono perché dicono che non possono fare niente.
Al comune furono segnalati i problemi del centro antico e si parlò solo di telecamere. Queste sono state messe solo in piazzetta, perciò da allora i ragazzi si riversano maggiormente nelle stradine dove la telecamera non segnala.
 
Secondo voi, quali potrebbero essere le soluzioni?
 
I controlli delle forze dell’ordine. I ragazzini sanno che non ci sono e ne approfittano per fare quello che vogliono. Noi adulti poi non possiamo reagire perché rischiamo qualche denuncia e loro lo sanno benissimo.
 
Condividete la nuova ordinanza relativa al traffico e alla sosta nel centro storico?
 
Per quanto riguarda la nuova ordinanza, se non si creano sufficienti zone-parcheggio per i residenti, il problema sarà solo nostro che non riusciremo a trovare posto. Saremo sempre e comunque penalizzati noi.

 

Tempo stimato di lettura: 1'

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • meoli fede

    Perché tra gli artisti intervenuti in particolare mi è simpatico Piero Ciakky? soprattutto perché ha fatto esperienza nel settore dell’animazione...

    Mostra articolo