Speciale centro storico: svolto l段ncontro organizzato da 填知bracchie

di Giannicola D'Amico venerd, 20 novembre 2015 ore 07:33

Sono state evidenziate problematiche ma anche proposte soluzioni

FASANO – Un incontro molto partecipato da residenti e commercianti. Molto meno dalle istituzioni preposte.
 
Si è svolto ieri sera, giovedì 19 novembre, presso l’Oratorio di San Giuseppe a Fasano, un incontro sul tema “Sicurezza e stato dell'arte del centro antico”.
 
Una iniziativa organizzata dalla associazione “U’mbracchie” di Fasano che da sempre si occupa di tutela e valorizzazione del centro storico cittadino.
 
Nel corso dell’incontro si sono affrontate le problematiche che caratterizzano il centro antico di Fasano, e che da qualche settimana, tra l’altro, sono al centro di uno speciale che Gofasano sta realizzando proprio sul centro storico fasanese dando voce a negozianti e residenti  della zona, al fine di far emergere le varie problematiche e criticità.
 
Ieri sera all’incontro hanno partecipato molti residenti e diversi operatori commerciali della parte antica di Fasano e si è discusso di problematiche ma anche di misure adottate e da adottare per far migliorare la situazione e per ridare decoro a quello che è stato definito il “cuore pulsante” della città.
 
Assenti, invece, quasi tutte le istituzioni invitate. Il Commissario straordinario del Comune, Erminia Cicoria, ha fatto pervenire una nota agli organizzatori in quanto impossibilitata a partecipare per altri impegni istituzionali ed ha comunque assicurato la massima disponibilità ad affrontare le problematiche del centro storico.
 
Presenti per l’Amministrazione comunale l’ingegnere Rosa Belfiore, dirigente del settore urbanistica, e Gianfranco Mazzotta, delegato dal dirigente del settore commercio Giuseppe Carparelli.
 
Assenti, invece, le forze dell’ordine, mentre per il mondo scolastico erano presenti il dirigente della “Collodi” Gennaro Boggia e il professor Michele Iacovazzi (quest’ultimo in rappresentanza della dirigente dell’istituto “Da Vinci” Stella Carparelli).
 
Ad introdurre l’incontro è stata Alma Di Bari, dell'associazione "U'mbracchie".
 
Tante le criticità evidenziate ed analizzate nel corso della serata. Dai problemi di ordine pubblico legati agli atti di vandalismo, a problemi di igiene e decoro, legati all’utilizzo sbagliato di bidoni della spazzatura, agli escrementi lasciati in giro, agli schiamazzi e all’arroganza dei gruppi di adolescenti che frequentano il centro storico ad ogni ora del giorno e della notte. E a tante altre problematiche.
 
Corale la lamentela di residenti e commercianti circa l’assenza totale di controlli da parte delle forze dell’ordine e soprattutto da parte della Polizia municipale ma anche dei Carabinieri.
 
“Qualcosa non sta funzionando a livello di società – ha spiegato nel suo intervento il prof. Gennaro Boggia -. I genitori devono riflettere sui comportamenti dei propri figli. Lo dico da uomo di scuola. Non c’è scuola al mondo che non dia i fondamenti di civiltà e di rispetto civico ai propri studenti. Molti ragazzi che hanno scambiato il centro storico per una palestra a cielo aperto – ha continuato Boggia – si chiedono dove devono andare? Il nostro centro storico deve essere un cuore pulsante di idee e i ragazzi devono capire che si trovano in un museo a cielo aperto dove chi ci vive è il custode”.
 
In molti hanno sottolineato come devono essere i genitori a seguire i propri figli e ad evitare che mettano in atto azioni di disturbo e di vandalismo nel centro storico.
 
L’associazione “U’mbracchie” dal canto suo in passato ha incontrato molti ragazzi e quest’anno darà vita a dei laboratori.
 
Tutti i presenti sono stati d’accordo sul fatto che bisogna fare un sforzo culturale, che i residenti devono dare l’esempio. Tra l’altro, in molti hanno confermato come comunque qualcosa è stato fatto negli anni. Certo rimangono altri problemi da affrontare.
 
La ordinanza del traffico entrata in vigore da qualche tempo è stata ritenuta positiva dalla maggior parte dei presenti, anche se qualcuno ha evidenziato come comunque in alcune zone le macchine continuano ad esserci grazie alla totale assenza di controlli da parte dei vigili urbani.
 
Positiva è stata ritenuta anche la implementazione della pubblica illuminazione in alcuni punti, anche se poi i gruppi di ragazzi si spostano nelle zone rimaste buie.
 
In molti hanno sottolineato il mancato rispetto delle regole oppure a volte la mancanza, relativamente a determinate situazioni, di regole certe.
 
Il dirigente dell’ufficio urbanistico di palazzo di città, l’ing. Rosa Belfiore, ha spiegato come comunque il consiglio comunale in passato ha approvato un piano di recupero del centro storico e come tale esiste uno strumento che detta delle regole, del quale bisogna fare tesoro.
 
Gianfranco Mazzotta, dell’ufficio comunale al commercio, invece, ha evidenziato come l’ufficio commercio insieme all’ufficio urbanistico hanno fatto una serie di interventi a favore del centro storico. Inoltre ha evidenziato come l’Amministrazione comunale negli anni passati ha deliberato incentivi per l’insediamento di locali commerciali nel centro storico, però purtroppo non è stata presentata nemmeno una domanda.
 
L’incontro è stato concluso dall’intervento del presidente dell'associazione "U'mbracchie" Vito Ventrella che ha assicurato che nei prossimi giorni il sodalizio chiederà al Commissario straordinario del Comune di istituire un tavolo tecnico con la presenza delle forze dell’ordine e di rappresentanti della associazione e dei residenti nel corso del quale sarà chiesta la predisposizione di un piano di controllo a rotazione tra tutte le forze dell’ordine e saranno chiesti chiarimenti in merito al funzionamento o meno del sistema di videosorveglianza.
 
In chiusura all’incontro Ventrella ha anche lanciato una provocazione: costituire delle ronde composte da residenti e da un rappresentante delle forze dell’ordine che presidino il centro storico con il fine di incontrare i ragazzi ed esortarli alla educazione e al rispetto dei luoghi e dei residenti.
 
Tempo stimato di lettura: 2’
 

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • meoli fede

    Perch tra gli artisti intervenuti in particolare mi simpatico Piero Ciakky? soprattutto perch ha fatto esperienza nel settore dell誕nimazione...

    Mostra articolo