Serie A1, La Junior Fasano ancora a segno

di Redazione Sport venerd́, 16 novembre 2018 ore 00:30

Nel recupero di ieri della sesta giornata capitan Messina e compagni superano in trasferta l'Ego Siena in scioltezza (20-27)

Ego handball Siena

Ego Siena-Acqua&Sapone Junior Fasano: 20-27 (9-13)
Ego Siena: Ciani, Garcia, Bevanati (1), Petrangeli (1), Pesci, Pelacchi, Santanielli (2), Bellini (1), Borgianni (3), Knoll, Rotunno, Nelson (6), Lastrucci, Restrepo (6). All. Fusina.
Acqua&Sapone Junior Fasano: Fovio, Palmisano, Radovcic (2), Venturi (3), Corcione (2), Angiolini, Pugliese, Bargelli, Bronzo (10), Donoso (4), Notarangelo, Knezevic (4), Messina (2). All. Ancona.
Arbitri: Dionisi e Maccarone.

SIENA – I biancazzurri si impongono in esterno sul campo dell’Ego Siena e si portano a due punti dalla zona play off. Prova di maturità per la Junior Fasano che nel recupero della sesta giornata, giocata ieri sera (giovedì), ha superato in scioltezza la compagine allenata da Alessandro Fusina.

Seconda vittoria in cinque giorni per la formazione fasanese alle prese con un’ardua rimonta in classifica verso la vetta. Sul campo del Palaestra di Siena i biancazzurri erano chiami alla prova del nove, dopo un periodo di alterne vicende che sta mostrando tutte le tipiche difficoltà di un gruppo riveduto e corretto dal mercato alle prese con la ricerca di un maggiore affiatamento tra i reparti.

“Una vittoria che mostra piccoli segnali di crescita", afferma il tecnico Francesco Ancona, al termine della gara in terra toscana. "Sono cosciente che questa squadra ha bisogno di giocare per amalgamarsi meglio, ma allo stesso tempo non possiamo concederci rallentamenti. La vittoria di Siena da fiducia al gruppo, ma dobbiamo già guardare avanti al prossimo impegno, quando arriverà il derby casalingo con il Conversano”.

Sabato prossimo la Junior Fasano sarà a riposo per l’impegno del Pressano in Coppa, con la gara rinviata al 28 novembre, nel mezzo arriverà il derby con i cugini baresi il 24.

Ritornando alla sfida di Siena la Junior ha sfoderato una prestazione intensa che non ha concesso spiragli agli avversari. Una partenza sprint ha portato da subito i biancazzurri con la testa in avanti grazie alle giocate di Umberto Bronzo che dalla posizione d’ala ha fatto il bello ed il cattivo tempo. Già al 7’ i biancazzurri erano sul +5 (1-6), un distacco rassicurante che ha permesso di tenere a dedita distanza i padroni di casa per gran parte della gara.

Al pronti via il tecnico Ancona ha optato per Radovcic e Bronzo, sugli esterni, Donoso, Kenezevic e Venturi, sulla linea dei terzini, mentre a pivot Corcione, in porta Fovio. Nella fase difensiva capitan Messina prendeva il posto di Knezevic.

Una partenza spedita che ha spezzato da subito le gambe dei padroni di casa che hanno provato a più riprese a colmare il distacco, ma senza riuscirci. Al riposo si è andati sul +4 (9-13).

Nella ripresa un nuovo allungo, quello decisivo, ha praticamente chiuso la disputa con congruo anticipo quando al 9’ il tabellone segnava un +8 (9-17). Per l’Ego Siena è rimasto solo l’impegno per limitare i danni, anche se i biancazzurri hanno fatto registrare il massimo vantaggio al 13’ con un +10 (11-21) che fotografa a pieno la voglia dei biancazzurri di non mollare la presa fino al suono della sirena.

Ritorno in Puglia con maggiori certezze per il tecnico fasanese che adesso guarda avanti con più ottimismo per far valere lo scudetto cucito sul petto.

Tempo stimato di lettura: 1' 10"

Attribuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Fasano social







Commenti recenti

  • pastore giovanni

    "NON MI SENTO PIU' RAPPRESENTATO DA NESSUNO E PER QUESTO NON ESPRIMERO' IL MIO VOTO".Questa dominante scelta,cosciente e ragionata,di molti...

    Mostra articolo